About

shakespeareblog La passione per l’informatica mi nacque all’età di 9 anni, quando mio zio mi portò a visitare il suo ufficio e vidi per la prima volta il personal computer. Utilizzando un mega floppy da 5,25″, magicamente comparì un piccolo bagliore di luce lampeggiare sullo schermo.

A 10 anni realizzai ( grazie al manuale ) il mio primo programma in Basic sul Commodore VIC 20,  che consisteva nel simulare una pianola mediante i tasti numerici della tastiera, e a 12 il mio primo sito in HTML, utilizzando il più sofisticato “ambiente di sviluppo”, il Notepad di windows 3.11 ( se volete fare un giro per vedere com’era andate qui).

Da allora iniziai ad appassionarmi all’informatica, ma non solo alla nuda e cruda programmazione, ma a quell’insieme di tecnologie che pian piano stavano cambiando il modo di vivere della gente. L’accoppiata 80486 e una distribuzione Red Hat, costituivano il mio primo computer personale, uno strumento poderoso. Grazie all’amico Diego (un genio del male, parlando a livello informatico, quelle tipiche persone che hanno la conoscenza e l’intelligenza, ma è troppo sbattimento utilizzarla), anche l’aspetto hardware non era più un’oscura magia.

Questa passione mi ha portato anche a scegliere le scuole che mi hanno formato, dapprima l’istituto ITIS Fauser, e dopo diplomato, ho continuato l’università lavorando nell’azienda dove tutt’ora sono, presso il Politecnico di Milano, laureandomi in ingegneria Informatica.